Raciti: Questore, ha 'svegliato' Italia

"Grazie a Filippo Raciti oggi il calcio è più degno dello sport che esso rappresenta. La sua morte non è stata inutile, ma è stata una 'sveglia' per l'Italia tutta"". Lo ha affermato il questore di Catania, Alberto Francini, ricordando, nella sala del X Reparto Mobile, l'ìspettore capo della polizia morto il 2 febbraio 2007 nello stadio Massimino durante scontri con ultra etnei. Il Questore Francini ha rivolto un pensiero ai genitori di Filippo Raciti che "hanno patito il dolore più grande: perdere un figlio". Un pensiero anche ai figli, per i quali "Filippo è un 'angelo custode' che veglia su di loro". Parole di vicinanza anche per la vedova, Marisa Grasso, la vedova dell'ispettore. "La morte di Raciti - ha detto il Questore - non è stata inutile, ma una "sveglia" per l'Italia. E' stata foriera di un diverso modo di intendere l'ordine pubblico negli stadi italiani e ha dato inizio a una rivoluzione strutturale".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Siracusa

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...